Cena Auguri 2014. L’Appennino si racconta a Reggio Emilia

L’evento natalizio di Parco nel Mondo arriva alla sua terza edizione.

( Sassalbo, 12 Dicembre 14 )

Martedì 16 dicembre ore 20.30 presso il Centro Internazionale Loris Malaguzzi di Reggio Emilia si terrà un nuovo appuntamento di "Parco nel Mondo", il progetto promosso dal Parco Nazionale che compie sette anni di attività mantenendo sempre forte l'obiettivo di rafforzare e creare relazioni per quegli emigrati che hanno lasciato l'Appennino ma hanno mantenuto legami con le terre del Parco.  Giunta alla sua terza edizione, la Cena degli Auguri è un appuntamento natalizio ormai di rito per il Parco Nazionale, che si ritrova con i suoi Cittadini Affettivi nei luoghi della loro vita di oggi: un'anagrafe di ormai cinquecento persone, molte delle quali, anche da più generazioni, risiedono a Reggio Emilia.

Il tema dell'edizione 2014 sarà il cibo, inteso come sia come tratto identitario di un'intera comunità sia come frutto di quel mondo che vive, produce e fa economia in Appennino e come sempre sarà l'occasione per parlare di relazioni fra la montagna e la città, di cittadini affettivi che hanno voglia di conoscersi, di ascoltare storie, di condividere esperienze e progetti.

Il menù sarà curato dalla chef del Rifugio della Pietra e preparato con  prodotti delle zone del Parco:  Aperitivo / Pasticcio di baccalà con polenta fritta - Sformatino di patate, carciofi e guanciale - Vellutata di zucca / Gnocchi di ricotta e farina di castagne con fonduta di Parmigiano Reggiano - Farrotto con funghi e zafferano / Assaggi di formaggio a buffet / Torte del Rifugio (€ 20.00 a persona). Una scelta ispirata alle diverse tradizioni culinarie dei due versanti che, nel corso della serata saranno accompagnate dalla presentazione di vini di alcuni dei migliori produttori emiliani e toscani locali. L'evento sarà incorniciato dalle letture di Marina Coli, accompagnate dalle raffinate musiche di Tiziano Bianchi e Claudio Vignali.

Per l'occasione degustazione e vendita delle eccellenze delle quattro aree dell'Appennino Tosco Emiliano raccontate dagli stessi operatori e produttori del territorio, dai luoghi che lo caratterizzano e che ne costituiscono realtà molto importanti. Infatti per coniugare questo straordinario insieme, il Progetto "Parco nel Mondo", in collaborazione con i produttori ed operatori economici del Club Parco Appennino, intende promuovere una serata enogastronomica a base di prodotti tipici appartenenti ai paesaggi agro-alimentari dei due versanti, rivolta alla comunità di emigrati dall'Appennino Tosco-Emiliano, agli operatori locali e portatori di interessi specifici nell'ambito della promozione in tale settore.

La cucina come strumento di definizione dell'identità è promossa in questi mesi anche dall'iniziativa "Menu a km 0" che, con la partnership di ALMA, si propone di recuperare e qualificare le peculiarità agroalimentari dell'Appennino. Anche ALMA sarà tra gli ospiti della serata, intervenendo sul tema, in un ideale rilancio verso EXPO 2015. Saranno inoltre presenti alcuni degli operatori partecipanti alla manifestazione "Menu a km 0", che potranno intervenire per esporre la propria attività al pubblico presente.

Per informazioni e prenotazioni (entro il 13 dicembre) parconelmondo14@gmail.com
tel. 3386546172 - 3772874667

Condividi su
 
© 2019 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr