Tre giorni di educazione ambientale nel Parco Nazionale

( Sassalbo, 04 Settembre 14 )

Una "tre giorni", da giovedì 11 a sabato 13 settembre, dedicata al territorio in tutti i suoi aspetti e alla formazione docenti, nella prospettiva della candidatura MAB UNESCO dell'Appennino. A pochi giorni dallo squillo della prima campanella, il Parco ripropone e rinnova il suo annuale appuntamento con il mondo della scuola, offrendo a insegnati e dirigenti scolatici due corsi residenziali gratuiti al Rifugio dell'Aquila di Ligonchio (a carico dei partecipanti  solo le spese di viaggio). Giovedì 11 e venerdì 12 si svolgerà il primo seminario: 'Appennino, luogo di ricerca ed educazione per lo sviluppo sostenibile', destinato a docenti e dirigenti delle Scuole di ogni ordine e grado che ancora non hanno avuto modo di conoscere il Parco Nazionale e la sua ricca offerta formativa: Autunno d'Appennino, Neve natura e cultura, Dedalus, Gypsum, Wolf Apennine Center. Per questo il corso prevede diverse tappe nel Parco Nazionale: dalle Fonti di Poiano e Gessi Triassici, all'Atelier 'Di Onda in Onda' di Ligonchio.

Venerdì 12 e sabato 13, a Ligonchio,  si svolgerà il corso residenziale 'Nome in codice: Appennino', organizzato nell'ambito del progetto 'La Scuola nel Parco', frutto della collaborazione del Parco Nazionale con il Centro di Coordinamento per la Qualificazione Scolastica (CCQS). Il tema del seminario di quest'anno è centrato sul percorso di candidatura dei territori dell'Appennino tosco emiliano alla Rete MAB UNESCO di cui, necessariamente, il mondo della Scuola sarà protagonista. Il seminario stesso consentirà di approfondire la relazione fra l'uomo e la biosfera in area Appennino e di costruire, intorno a questo tema una rete di interventi formativi e percorsi didattici e di ricerca per nuove risorse umane capaci di innovazione e sperimentazione del nuovo.

Punto d'incontro dei due corsi residenziali sarà la Tavola rotonda 'Appennino ed Europa, territorio come nuova fabbrica', che si svolgerà venerdì 12 settembre al Ligonchio dalle ore 15 alle 18 con un colloquio con Fabio Renzi ( fondazione Symbola) e il prof Aldo Bonomi, sociologo, esperto di dinamiche antropologiche dello sviluppo locale e territoriale. 

Il seminario 'Appennino: luogo di ricerca ed educazione per lo sviluppo sostenibile' è ufficialmente riconosciuto dall'Ufficio Scolastico provinciale di Reggio Emilia e sarà concluso dall'Ispettore ministeriale prof Claudio Bergianti.

Silvia Baglioni Ufficio Stampa Parco Nazionale Appennino Tosco Emiliano +39 3398270724 – ufficiostampa@parcoappennino.it www.parcoappennino.it

Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr