La gestione ambientale delle strutture turistiche

Un ciclo 8 di seminari per sviluppare le competenze in materia ambientale degli operatori turistici dell’Appennino Tosco Emiliano

( Sassalbo, 02 Giugno 13 )

Il Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano, nell'ambito del progetto Life Ecocluster che sta sviluppando un modello di sistema di gestione ambientale per il cluster turistico "Cerreto" (www.ecocluster.it), organizza un ciclo di 8 seminari tra il 26 di giugno ed il 2 ottobre 2013, presso il Centro Visita "Bar Ristorante Giannarelli" (www.passodelcerreto.it).


I seminari, rivolti prevalentemente ad operatori turistici (alberghi, ristoranti, agriturismo, B&B, campeggi…), affrontano e approfondiscono molte tematiche inerenti l'eco-turismo, offrendo soluzioni originali ed innovative per adeguare l'offerta a questa tipologia di turismo. La partecipazione è gratuita, ma è gradita le prenotazione (filippo@punto3.info) 


Il ciclo verrà avviato Mercoledì 26 giugno ore 15.00, dallo chef trentino Adriano Irranca, che illustrerà il tema de l'Ecoristorazione, illustrando tecniche di cottura, ricette, buone prassi e tecnologie sostenibili nella ristorazione professionale.


Mercoledì 3 luglio ore 15.00,  vi sarà un interessante occasione per chi fosse interessato ad ottenere marchio Ecolabel Europeo per i servizi turistici, e desidera approfondirne aspetti, costi e impegno. Andrea Malduca, di Punto 3 Srl, ne illustrerà il disciplinare, facendo emergere le buone pratiche per l'efficienza ambientatale applicabili dalle strutture turistiche.

La settimana successiva, Mercoledì 10 luglio ore 15.00,  Antonella Senese dell'Università degli Studi di Milano e Rinaldo Campagnolo della ditta Edilfloor SpA, illustreranno le innovative Tecniche di mantenimento della neve che si stanno sperimentando sulle Alpi e che potrebbero essere un efficace soluzione anche in Appennino per trattenere la neve, riducendo così  i consumi energetici ed idrici dell'innevamento artificiale.


Mercoledì 17 luglio ore 15.00, Luigi Molinari e Mia Canestini, della Coop. Euromediterranea, metteranno in evidenza quali siano le Potenzialità eco-turistiche dell'area del Cerreto e più in generale dell'Appennino tosco-emiliano e come esse possano essere un elemento qualificante per le offerte turistiche a scuole e famiglie.


Dopo una breve pausa estiva, Mercoledì 11 settembre ore 15.00, verrà affrontato, da Tiziano Donnini di Delled Srl , il tema dell'Efficienza luminosa per le strutture turistiche, partendo da gli aspetti normativi fino alle buone prassi per la riduzione dei consumi e la qualità dell'illuminazione degli ambienti.


Mercoledì 18 settembre ore 15.00,  Salvatore Inglese di Sutter Professional Srl, illustrerà come oggi sia possibile avere prodotti e attrezzature che consentono una Pulizia professionale ecologica, approfondendone gli aspetti normativi, i vantaggi ed i costi.

Una scelta eco-truistica deve caratterizzare da un punto di vista ambientale anche l'attività di marketing. Di questo parlerà Denis Ferraretti di AcquistiVerdi.it Srl illustrando come sia possibile Dematerializzare gli strumenti di marketing utilizzando il webmarketing ed i  social media per mantenere le relazioni con i clienti.


L'ultimo seminario, Mercoledì 2 ottobre ore 15.00, sarà tenuto da  Flavio Bruno di Istituto Delta Ecologia Applicata Srl, partner del progetto Life Ecocluster, che approfondirà opportunità e benefici delle Strutture turistiche conformi.

Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr