Parchi di Mare e d’Appennino a Festambiente

Il paesaggio alimentare alle Olimpiadi dei sapori

( Sassalbo, 03 Agosto 12 )

I Parchi Nazionali dell'Appennino Tosco Emiliano, delle Cinque Terre e il Parco regionale Montemarcello Vara-Magra saranno presenti come Area Vasta alla XXIV edizione del Festival di ecologia, solidarietà e cultura, organizzato da Legambiente, che si svolgerà, dal 10 al 19 agosto, nel Parco regionale della Maremma, a Rispecia (Grosseto).

I Parchi di Mare e d'Appennino tornano al Festival di Legambinete, così come hanno partecipato, durante l'anno, ad altri eventi nazionali come Fa la cosa giusta!

La scelta di partecipare con un unico spazio espositivo non dipende dalle politiche di rigore e dalla spendig review, ma è il frutto di una trama di rapporti, iniziata nel 2008 e tenuta a battesimo proprio dal Ministero dell'Ambiente e da Legambiente.

Nel 2008 le Regioni Emilia-Romagna, Toscana, Liguria e i Parchi hanno sottoscritto un protocollo d'intesa per dar vita a un grande distretto socioeconomico di scala internazionale all'insegna della distintività culturale e della sostenibilità per l'uomo e per l'ambiente, per promuovere il territorio e le sue numerose eccellenze paesaggistiche, naturalistiche, enogastronomiche e storico-culturali.

Il progetto è diventato sempre più strategico e si è andato rafforzando, anche grazie alla sottoscrizione di più recenti protocolli d'intesa. Oggi Parchi di Mare e di Appennino è un network, che non rappresenta solo un'alleanza per la tutela del territorio e la valorizzazione della sua bellezza, ma un laboratorio dove sperimentare modelli di gestione del patrimonio comune.

Proprio per questa sua vocazione a promuovere i territori e le numerose eccellenze, l'Area Vasta a Festambiente parteciperà alla III edizione delle Olimpiadi dei Sapori dei Parchi, organizzate in collaborazione con Federparchi. Questi incontri dedicati alle eccellenze del panorama enogastronomico italiano sono rivolti a un pubblico selezionato, che avrà l'opportunità di scoprire le produzioni caratteristiche della nostra cultura e del nostro Paese. Ogni prodotto verrà adeguatamente presentato e ne saranno descritti le ricette tradizionali e gli intrecci con usi e costumi dei territori di provenienza. D'altronde esistono poche zone nel nostro Paese, e forse nel mondo, dove in un'area così ristretta l'uomo e la natura hanno realizzato un 'paesaggio alimentare' così ricco di biodiversità e cultura. In quest'area a cavallo fra tre regioni, Emilia-Romagna, Liguria e Toscana, l'identità e la storia dell'uomo si leggono osservando il paesaggio: i castagneti secolari della Lunigiana; i pascoli dolci e i laghi glaciali dell'Appennino emiliano; i campi del biologico della val di Vara; i vigneti terrazzati delle Cinque Terre; le piantagioni di farro della Garfagnana; le ripide vette e le cave di marmo delle Alpi Apuane.

Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr