Giuncugnano Piazza dei Parchi

Una dolce domenica dedicata ai bambini

( Sassalbo, 30 Novembre 11 )

Una domenica dolce, al cioccolato in tutte le sue forme e i suoi gusti. E il Comune di Giuncugnano in Garfagnana (Lucca), in collaborazione con il Centro Visita del Parco Nazionale e la pro-loco di Magliano, ha organizzato per l'ultima domenica di novembre una giornata dedicata al cioccolato. Per bambini ma non solo.

La manifestazione si è svolta  lungo le vie e le aie del borgo di Ponteccio e alla 'Locanda il Castagno', centro visita del Parco.

"Il mercato dei prodotti tipici e artigianali - dice Giuseppe Vignali, direttore del Parco - è, ancora una volta, l'elemento che ha unito i nostri territori. Così come la Piazza dei Parchi a cui hanno contribuito, oltre al nostro Parco anche i Parchi delle Cinque Terre e delle Apuane."

La giornata dedicata ai bambini: la scuola di Magliano ha presentato i lavori dei suoi piccoli artisti, il gruppo figuranti di Ghivizzano ha presentato il tradizionale Presepe vivente, e inoltre Babbo Natale in persona ha ritirato le letterine dei molti bambini presenti.

Di grande interesse culturale e folcloristico è stata la rappresentazione dei vecchi mestieri.

«La Locanda il Castagno ha presentato il pranzo a Km Zero - dice Fausto Giovanelli, presidente del Parco -Il paesaggio alimentare è stato, ancora una volta, ben rappresentato. Mi piace ricordare che siamo in chiusura con la rassegna Menu a KM Zero. Presto saranno resi noti i vincitori, ma sicuramente i ristoranti e i Centri Visita del Parco, che hanno partecipato alla competizione, non smetteranno di offrire prelibatezze del territorio».
Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr