"Camminare per Conoscere", condividere per crescere

Il Parco alla Borsa del Turismo Verde si confronta con FederTrek

( Sassalbo, 28 Settembre 2011 )

Sabato 1 ottobre, dalle 10 alle 13, Fausto Giovanelli, Presidente del Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano interviene al convegno "Camminare per conoscere" organizzato da FederTrek nell'ambito della Fiera "Travelling Likes Experience" presso il Centro Fieristico della Spezia, SpeziaExpò.

TLE, evento nazionale dedicato al turismo di esperienza e per passioni, in programma dal 29 settembre al 2 ottobre a Speziaexpò - organizzato dal Centro Fieristico della Spezia, da Fiera Milano e del Sistema Turistico 'Terra e Riviera dei Poeti' – rappresenta anche uno spazio di riflessione sull'importanza "dell'andar per i sentieri", non solo come sport ma anche come esperienza di conoscenza profonda delle radici territoriali.

Il Parco dell'Appennino Tosco Emiliano non poteva certo mancare a questa importante iniziativa di FederTrek, rivolta alle associazioni escursionistiche, agli operatori del settore turistico e agli Enti che operano per la promozione e la tutela del territorio.

L'obiettivo per il quale la FederTrek è nata, è, infatti, quello di diffondere e promuovere la cultura del camminare, i suoi valori e la sua centralità rispetto alla socialità, il benessere, la tutela ambientale e lo sviluppo di un turismo consapevole e sostenibile.

Temi questi – in perfetta sintonia con la filosofia abbracciata dal Parco dell'Appennino -  che saranno affrontati nel corso del convegno dove si confronteranno le Istituzioni a cui è affidata la regia dello sviluppo turistico territoriale e una rappresentanza di imprenditori.

Al convegno interverranno, tra gli altri, Massimo Federici, Sindaco della Spezia, Angelo Berlangieri, Assessore al Turismo Regione Liguria, Paolo Piacentini, Presidente Nazionale FederTrek, Barbara Maffei, Presidente Cooperativa Montagna Verde e Fausto Giovanelli.

E proprio il Parco dell'Appennino offrirà al termine del convegno un buffet riservato ai partecipanti.

Camminare, il gesto più naturale del mondo, è dunque un modo per addentrarsi in profondità nel territorio, prediligendo un ritmo "umano". Se ancora oggi lungo lo stivale i camminatori sono solo 4 milioni, contro i 10 della Francia, il fenomeno è in crescita  anche grazie all'impegno agli enti regionali e nazionali che puntano su questo tipo di turismo consapevole.

«L'escursionista è sicuramente più permeabile alla cultura locale - sottolinea Fausto Giovannelli, Presidente del Parco dell'Appennino Tosco Emiliano – ha un approccio rispettoso delle trazioni, della storia ed è consapevole del valore del paesaggio e delle sue declinazioni. E' dunque il fruitore ideale del nostro Parco che, proprio attraverso le attività outdoor e il suoi ricchi calendari di attività intende veicolare il messaggio secondo cui l'Appennino non è un confine tra Mare e Pianura Padana, ma una cerniera tra questi due territori».

Il Parco dell'Appennino, così come la rivista TREKKING&Outdoor, sarà presente alla Fiera "Travelling Likes Experience" con uno stand dove saranno presentati i prossimi appuntamenti: Autunno in Appennino e Menu a Km Zero. Inoltre TLE sarà un'occasione per incontrare tour operator e imprenditori del settore per proporre loro pacchetti e soggiorni nel Parco.
Condividi su
 
© 2022 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54013 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1 PagoPA
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr