Vanno al mare e scoprono l'Appennino e i suoi Parchi

Oltre 4000 contatti del punto informativo allestito dal Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano, lungo il sentiero dell'Amore

( 18 Ottobre 10 )

Sono ben 4300 i contatti raggiunti in appena diciannove fine settimana dall'info point sul Sentiero dell'Amore di Manarola, allestito dal Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano. Di questi un terzo risultano essere stranieri che, approdati in Liguria, sono rimasti ammaliati dall'amenità del Sentiero dell'Amore. Analizzando i dati dei 4300 contatti stabiliti in questo luogo di incontro privilegiato, si scopre che l'Info Point sul Sentiero dell'Amore ha raggiunto una media di 224 persone a weekend, a testimonianza della funzionalità del progetto attuato dal Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano. Il punto informativo, attivo nei fine settimana, lavora costantemente con altri sette parchi nel progetto "Parchi di Mare e d'Appennino".
Numeri importanti, che testimoniano la presenza del Parco Nazionale in Liguria, tra Rio Maggiore e Manarola, dove il Sentiero dell'Amore è calpestato ogni anno da tre milioni di turisti. Di qui l'intento: fare scoprire che, a pochi chilometri di distanza, è facilmente raggiungibile l'Appennino, con i suoi magnifici paesaggi di crinale, tra Parma, Reggio, Massa e Lucca. Per chi ama i paesini arroccati sul mare, anche i nostri luoghi hanno qualcosa da raccontare. Ecco il ruolo del Parco Nazionale, che, lavorando d'intesa con gli altri parchi, contatta e informa su questa nuova possibilità di fare turismo in Italia 'su area vasta'.
Nel punto info allestito all'uscita del sentiero a Manarola, ha destato grande stupore nei turisti l'apprendere che, in appena 80 chilometri di territorio, esistono otto parchi: tre nazionali (il Parco nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano, il Parco nazionale delle Cinque Terre e il Parco nazionale delle Foreste Casentinesi) e cinque regionali (il Parco regionale dei Cento Laghi, il Parco regionale del Frignano, il Parco regionale delle Alpi Apuane, il Parco regionale di Montemarcello-Magra e il Parco regionale di Migliarino San Rossore-Massaciuccoli). Ecco l'area vasta, appunto, catalizzata nel progetto comune Parchi di Mare e d'Appennino, di cui questo info point costituisce una delle azioni concrete.

Condividi su
 
© 2019 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1 PagoPA
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr