Estate Autunno 2017 al Rifugio Lagdei

Anche quest'anno il Rifugio Lagdei, situato nell'Alta Val Parma, cuore parmense del Parco Nazionale dell'Appennino tosco-emiliano, ora riconosciuto anche come area Mab Unesco, ha predisposto un ricco calendario di attività e iniziative per accompagnare il soggiorno di coloro che vorranno trascorrere qualche giorno nella pace, nel fresco e nella natura incontaminata.

Ce n'è decisamente per tutti i gusti.
Alcuni appuntamenti si ripetono con cadenza mensile, come le Lunate, suggestive escursioni sotto la luna piena; o come l'orienteering, gioco-sfida fra famiglie o gruppi di amici, che si svolge proprio nella piana del Rifugio e non comporta particolari abilità, ma solo tanta voglia di esplorare e divertirsi. O ancora le passeggiate a cavallo, anch'esse adatte ai più piccini (battesimo della sella), ma anche più strutturate per gli adulti.
E poi ci sono appuntamenti unici, come la Tortellata di San Giovanni (23 giugno) con semplice escursione e rugiada finale intorno al fuoco, una giornata con proposta di escursione in mountain bike, escursioni sul crinale e nella Riserva Guadine Pradaccio (cui si accede solo in gite organizzate, accompagnati dai Carabinieri Forestali), momenti shiatsu e yoga davanti al Rifugio, tantissime osservazioni guidate delle stelle, a occhio nudo e anche al telescopio, cene col produttore (di vini, con abbinamenti ai piatti del Rifugio), un week end medievale con un accampamento e un campo di tiro con l'arco che verrà allestito nella piana. E ancora: una serata, imperdibile per i bambini con l'esperto dei pipistrelli, con il quale si andrà a caccia di chirotteri nei dintorni del Rifugio; ma anche una giornata di volontariato per la pulizia dei sentieri, due mostre micologiche, la gara per l'elezione del miglior Bargnolino (il liquore più tradizionale di Parma), e una serata con gli esperti Lupo del Parco Nazionale.

Il calendario è dunque già ricchissimo, ma alcune iniziative potranno esser inserite anche "last minute"!
Per rimanere aggiornati si può consultare il sito www.rifugiolagdei.it sezione attività o cliccare "mi piace" sulla pagina FB "Rifugio Lagdei"

Per prenotare pranzi, cene e pernottamenti contattare il Rifugio: 0521/889353 o 333/2443053 info@rifugiolagdei.it


Per avere informazioni specifiche sulle iniziative o programmare altre iniziative personalizzate, anche sul modello di quelle in calendario: Antonio 328/8116651 - escursioni@rifugiolagdei.it

Le Guide Ambientali Escursionistiche che curano l'accompagnamento, si riservano di escludere dalle escursioni coloro che si presentassero non adeguatamente attrezzatii. Per la sicurezza del gruppo il percorso potrà subire variazioni in qualsiasi momento a seconda delle condizioni meteorologiche. Per le escursioni è obbligatoria la prenotazione. Durante i giorni delle escursioni, se il cellulare della Guida fosse  irraggiungibile, contattare il Rifugio 0521/889353.

Il Rifugio è situato a 1250 m s.l.m., si raggiunge in auto ed è punto di partenza di diversi sentieri che conducono verso il crinale tosco-emiliano. Dispone di camere doppie e multiple con bagno in camera o al piano per un totale di circa 45 posti letto. Per chi arriva in auto da Parma (1 ora circa) si seguono le indicazioni per Langhirano, Bosco di Corniglio e quindi Lagdei - Lago Santo. Per chi arriva dall'autostrada A15, si esce al casello di Berceto e si arriva in soli 30 minuti, seguendo per Bosco di Corniglio, Parco dei Cento Laghi, Lagdei - Lago Santo.


Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr