Dal 23 al 24 Marzo 2019

Un weekend alla scoperta del grande predatore d'appennino: il lupo. Nella cornice dell'Orecchiella, Riserva Naturale in Garfagnana, all'interno del Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano, parleremo di come il lupo è ritornato a vivere nei suoi antichi territori ma anche di come e perchè sta colonizzando nuovi areali, come ad esempio le periferie delle grandi città. Scopriremo la biologia e l'ecologia della specie e tratteremo le problematiche legate alla sua conservazione ed alla convivenza con l'uomo. Attraverso le escursioni scopriremo le sue tracce, cercheremo le sue prede, vedremo gli stessi ambienti che rappresentano la sua casa in quella eccezionale riserva di biodiversità che è la Garfagnana.

SABATO 23 MARZO:
Appuntamento alle 14 al rifugio e sistemazione dei bagagli.
Partenza per una breve escursione a piedi verso il Centro Visitatori della Riserva Naturale Statale dell'Orecchiella, che proseguirà con arrivo ad un punto panoramico ad alta frequentazione di animali selvatici dove allestiremo fototrappole utili a monitorare la loro presenza. Rientro al rifugio previsto per le 17:30.
Percorso: circa 2,5 km (andata e ritorno).
Dislivello: circa 70 mt.
Difficoltà sentiero: E (escursionistico)
Alle ore 18:00 presentazione a cura del Wolf Apennine Center centro di referenza sulla specie lupo istituito presso il Parco nazionale dell'Appennino tosco-emiliano. I tecnici del progetto LIFE M.I.R.CO. LUPO ci parleranno, in particolare, del fenomeno dell'ibridazione tra cane e lupo e del perché rappresenta un problema di conservazione della specie.
A seguire il dott. Marco Antonelli, zoologo specializzato sui grandi carnivori,ci racconterà di come il lupo si è stabilito alle porte di Roma, in un ambiente fortemente antropizzato e così diverso dall'appennino selvaggio. Scopriremo anche le tecniche di monitoraggio della specie, con proiezioni di immagini e video da fototrappola.

Cena in rifugio e pernottamento in camerata (fino ad esaurimento posti).
NB possibilità di sistemazioni alternative su richiesta.

DOMENICA 24 MARZO:
Sveglia, colazione in rifugio e partenza alle 9.00 per un'escursione nel cuore della Riserva Naturale Statale dell'Orecchiella dove percorreremo i sentieri abitualmente frequentati dal branco di lupi della zona. Cercheremo i segni di presenza della specie ed approfondiremo la sua ecologia. All'inizio del percorso verranno controllate le fototrappole allestite il giorno prima. Pranzo al sacco fornito dal rifugio.
Percorso: circa 8 Km (andata e ritorno).
Dislivello: circa 500 mt.
Difficoltà sentiero: EE (escursionisti esperti).
Fine del campo previsto nel pomeriggio verso le 16.

EQUIPAGGIAMENTO NECESSARIO: Abbigliamento idoneo ad ambiente montano.
Zaino, scarponi alti da trekking e capi adatti a temperature comprese tra +0°C e +10°C (importante vestirsi "a strati"), mantellina per la pioggia.
ATTREZZATURA CONSIGLIATA: macchina fotografica, binocolo.

IMPORTANTE: In caso di maltempo l'evento potrà subire variazioni o essere rimandato.

COSTO DELL'EVENTO A PERSONA:
- 110 euro con pernottamento
- 90 euro senza pernottamento

Guida Ambientale Escursionistica (GAE): Francesca Orsoni, socio AIGAE con tessera n. TO917
(ai sensi della L.N. n. 4/2013 e successive modifiche)

Le PRENOTAZIONI dovranno essere effettuate tramite e-mail con nome, cognome e numero di telefono dei partecipanti all'indirizzo iseraorecchiella@gmail.com.
Le prenotazioni saranno accettate in base all'ordine di arrivo.
Minimo partecipanti: 10
Massimo partecipanti: 20

- Info e prenotazioni:tel: 3336431313 - 3283197046e-mail: iseraorecchiella@gmail.com

Luogo: Rifugio Isera   Comune: Villa Collemandina (LU)  Regione: Toscana  
Organizzatore: Rifugio Isera
Info Email: iseraorecchiella@gmail.com Info line: 3336431313 - 3283197046
Condividi su
 
© 2019 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr