I prati fioriti dei Crocus e le luci del tramonto

Il risveglio della Natura sui prati del Monte Tavola

21 Aprile 2018

Escursione che ci condurrà nei morbidi prati del Monte Tavola, in un momento stagionale magico, quello in cui la neve inizia a sciogliersi, lasciando ampie chiazze di prato nelle quali fioriscono magnifici Crocus (fiori strettamente imparentati con quelli da cui si ricava il prezioso Zafferano). Dopo esserci gustati questa magica atmosfera e dopo aver catturato preziosi ricordi di questo momento unico, ridiscenderemo verso il Rifugio dove giungermo all'imbrunire e dove si potrà cenare in compagnia. Al termine della cena, alle 21, appena fuori dal Rifugio, per chi vorrà fermarsi ancora un attimo, la guida chiuderà la serata con una breve llustrazione delle più importanti costellazioni visibili.

  • Tempo di percorrenza soste escluse: 3 ore; dislivello massimo 250 m; orario di rientro previsto: 19,30 circa.
  • Grado di difficoltà: escursione medio facile, adatta anche a principianti in forma e disposti a faticare un po'.
  • Necessità: torcia, cuffia, sciarpa, guanti, scarponcini alti (pesteremo ancora un po' di neve) e bastoncini, e quanto altro utile per una escursione invernale.
  • Al rientro al Rifugio alle 19,30 possibilità di cena insieme (alla carta), prenotazione alla Guida o al Rifugio.
  • Quota individuale accompagnamento: € 13 adulti, € 7 bambini.

Prenotazione obbligatoria Antonio 328.8116651 - antonio.rinaldi.76@gmail.com


Tag: escursioni
Luogo: Rifugio Lagdei   Comune: Corniglio (PR)  Regione: Emilia-Romagna  
Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr