Ristorante Contea d’Arwinghis – Villa Minozzo (RE)

Bye bye Milano! Torniamo sull’Appennino Tosco-Emiliano più carichi della prima volta.

Riprende così il nostro viaggio alla scoperta dei ristoranti per il Menu Km Zero, dopo qualche settimana per riordinare le riprese e cominciare a montare i primi filmati.
L’entusiasmo è alle stelle: già sul Treno per Parma comincio a sistemare la mia videocamera – più golosa di me – in attesa di vedere qualche fantastico piatto.

3Si ricomincia il giro partendo dal Ristorante Contea d’Arwinghis.
Ci addentriamo un po’ nei monti prima di trovare la piccola strada che ci porta al ristorante, ma appena arriviamo capiamo subito che il viaggio vale tutto ciò che troviamo. La simpatica coppia composta da Mauro e Lucia gestisce il ristorante e cucina amorevolmente per tutti gli ospiti che fanno tappa in questo paradiso in mezzo alle montagne del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano.

4Assaggiamo subito una focaccia appena sfornata da Lucia per merenda e poi ci spostiamo in cucina dove assistiamo alla lenta preparazione dell’arrosto di maiale.
Ma è nella preparazione del Rotolo di Borragine che la cuoca Lucia dà il meglio di sè!
Tutto artigianale, tutto preparato con cura ed esperienza:

Menu

Tortino di patate e funghi

Rotolo di borragine

Arrosto di maiale con mele

Budino di patate

2 1

Mangiare nel Ristorante di Mauro e Lucia è un’esperienza unica: da un parte è come sentirsi a casa, comodamente seduti vicino alla stufa che riscarla tutti quanti con quel classico tepore “casalingo” e dall’altra è una scoperta di nuovi sapori che mai avremmo gustato stando nelle nostre abitazioni. Insomma, un altro Ristorante da provare.

5Che altro dire, non male come ritorno!
Anche quel budino di patate (con aspettative non proprio dolci) si è rivelato un dessert incredibilmente semplice, ma allo stesso tempo completo. Un dessert con il quale ci congediamo, sperando presto un ritorno in questo posto “sperduto”, che ci dona però una fantastica veduta del cielo stellato prima di andare a dormire.

Marco CapedriGIROIDEA.it (Food PR)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *