I FUNGHI RUZZOLANO NEL CESTO!

Questa e’ l’immagine regalataci da Davide nel suo commento e che fotografa con estrema precisione quello che accade al momento alla gran parte degli amici, con le dovute e classiche eccezioni, che si avventurano nei boschi del nostro appennino! La situazione e’ stazionaria un po’ dappertutto, con i boschi che si presentano in uno stato che definirei “ottimale”, ma con porcini piccoli, completamente sotto le foglie che, a mio parere, mancano di spinta, non ne vogliono sapere di “diventare adulti”! Di gente poi ce n’e’ un po’ dappertutto, i fungaioli non mancano, ma ho l’impressione che ci fosse piu’ ressa negli anni passati: penso che anche qui, specie per chi deve affrontare un viaggio in autostrada, un permesso ed un pasto fuori, la crisi poco o tanto si faccia sentire, consigliando i ricercatori a tempi e notizie di raccolte certe, senza far troppi esperimenti!

In questo weekend ho avuto modo di andar per boschi, sui versanti dell’alta val Gotra, in compagnia del mio socio 2012 – 2013, Gaibo per gli amici, (per il 2014 la candidatura scricchiola!) e dell’amico Gianfranco, che dei boschi ha fatto la sua professione, armato di ascia e motosega.

La giornata e’ stata particolarmente piacevole e soleggiata, compagnia giusta e piacevole, senza una eccessiva presenza nei boschi di persone “schiamazzanti“: al contrario di quanto spesso accade, con sto’ cavolo di MAAAARRIIIIOOOOOOOOO ………GIINNNOOOOOOO…….ANDREEEEAAAAAAA……POTA……….che si perdono sempre, l’esercito non troppo numeroso dei fungaioli presenti era positivamente silenzioso e rispettoso delle orecchie e la tranquillita’ altrui, cosicche’ risultava abbastanza facile sentire il rumore del ruzzolio dei 4 funghi che caratterizzava il mio cesto ad ogni passo! A questo punto vi chiederete perche’ in precedenza ho messo in dubbio la candidatura del mio socio Gaibo per il prossimo anno! Presto detto: the dog……. smanioso di trovar piu’ funghi del sottoscritto gia’ dall’anno scorso, approfittando della mia attuale salute cagionevole che mi permette una autonomia piuttosto scarsa, mette in atto un piano pscologicamente devastante: approfittando della sua particolare giornata di grazia, raccoglie in silenzio e  furtivamente i funghi e, se accortosi osservato, giustifica il tutto perche’ piccoli o mangiati, tenendo tranquillo e sedato il socio ignaro! Ma questo fino a quando, tolti gli scarponi, the dog manifesta con soddisfazione e scherno, a match terminato, il suo bottino fatto di esemplari di tutto rispetto, lasciando me compare con un palmo di naso!

Questo per quanto concerne l’aspetto goliardico dell’uscita montana!

Parlando invece un attimo piu’ seriamente, sabato il silenzio dei boschi e’ stato di colpo squarciato dal rotear di pale dell’elisoccorso di Pavullo che ha continuato a cercare invano un punto di atterraggio per soccorrere un fungaiolo precipitato in un dirupo, che poi e’ stato raggiunto ed issato con l’ausilio di un verricello, ed al quale facciamo i nostri migliori auguri di guarigione!

A tale riguardo pero’ mi sento di raccomandare sempre piu’ prudenza nei boschi, ove ogni fine settimana si assiste ad infortuni anche gravi: al pensiero di raggiungere luoghi o canali che non hanno mai visto uomo, a volte ci si avventura in situazioni di estrema pericolosita’, aggrappati a rami o saltando di roccia in roccia per correre dietro a qualche fungo ed a rischio della vita! Direi proprio che non ne vale la pena! Senza contare inoltre che l’abbigliamento deve essere assolutamente da montagna e non da passeggiata al Parco Ducale….e poi il GPS….non pensiate che il fatto di averlo in tasca vi possa permettere ogni acrobazia nel bosco: occorre comunque saperlo usare, da considerarsi eventualmente  una ulteriore possibilita’ per tornare a casa, ma……e’ tanto piacevole e di soddisfazione imparare ad orientarsi con i propri sensi….e’ solo questione di osservazione di cio’ che ci sta’ intorno, senza essere troppo distratti da cio’ che ci circonda!

ED ORA I TRE MOSCHETTIERI !

Non ho ancora capito se vengono chiamati cosi’ perche’ ispirati a DUMAS (ho qualche dubbio….) o per altra incognita ragione: sta’ di fatto che loro non appaiono troppo preoccupati e si divertono un sacco facendo proprio bene, dal momento della partenza con il loro SUZUKINO (che prima era color ramarro ed ora liquirizia pura), passando poi per lo spuntino nel bosco (per fortuna per ora si fermano solo ai piatti freddi e bibite leggermente alcoliche) fino all’allegro rientro a casa, dopo aver sperimentato per tutto il giorno metodi di ricerca che non si fermano davanti a nulla! Ne volete una prova? ECCOVI ACCONTENTATI!

                                               SPELEOLOGIA FUNGINA

                          L’IMPORTANTE E’ IL RISULTATO……E LA SALUTE!

          COLPO DI CULO…..PIU’ CHE DI FIORETTO….VERO MOSCHETTIERI?

Ed in attesa di ulteriori notizie, vi saluto, ricordandovi di andare a visitare il sito del CAMPIONATO MONDIALE DEL FUNGO perche’ ormai siamo agli sgoccioli ed e’ ora di iscriversi, per via della medaglia che vi risolvera’ la carriera da fungaiolo!

Ciao a tutti, Fra’ Ranaldo

AGGIORNAMENTO DAI BOSCHI E DAL MONDIALE

Ciao a tutti! Ieri, per cercare di fare comunque il mio mestiere di frate, sono capitato a “benedire” le terre dell’Alta Val Taro prima e delle alte vette del Cerreto poi, ove ho raccolto direttamente sul posto alcune notizie interessanti circa le prospettive future sulla crescita del nostro amato porcino: innanzitutto, se domenica quasi ovunque il morale era veramente sotto le suole dei sandali, non si sa come, la pioggia del weekend ha fatto sì che, in alta Val Taro, al lunedi’ si siano registrate buone raccolte in faggio da parte dei fungaioli del posto, che, come noi, l’avevano un po’ data per persa: e cosi’ anche ad Albareto, ove i funghi in nascita sembra siano in alta quota; sempre in zona si sono registrate, nel basso castagno e nel cerro, le prime raccolte di ovuli.

Sul versante reggiano invece, vuoi per le vette piu’ alte, vuoi per le temperature che gia’ comunque non erano elevatissime, l’apparizione dei primi esemplari non ha subito sobbalzi ne’ in eccesso ne’ in difetto, in attesa di una partenza piu’ decisa; unica notizia di rilievo e’ la comparsa, sulle sottostanti fasce di castagno verso Fivizzano e Sassalbo, di alcuni belli esemplari di grifo, come documentato dalla sottostante fotografia.

                                               IL GRIFO DI ALESSANDRO

Io comunque speranzoso lo sono e lo rimango….ma non in base a particolari considerazioni tecnico – metereologiche, ma soltanto per il fatto (forse mi accontento di poco…) che il boletus edulis viene chiamato anche FUNGO DEL FREDDO….. quindi…..metti pur che si abbassino un po’ le temperature…..ma ci sara’ ben un motivo perche’ lo chiamano cosi’…o no!

Volevo poi ringraziarvi per le continue notizie che ci pervengono ormai da tutto l’appennino ed addirittura anche dalle alpi e dolomiti, ed a riguardo vi invito a tener d’occhio con piu’ attenzione ai commenti allegati ai vari articoli, perche’ qualcuno  dei nostri amici ha gia’ fatto tesoro delle informazioni rimediando discreti bottini, specie con le notizie sulle dolomiti! Un grazie particolare ad Alessandro, amico ed esperto vivaista , che ci dispensa sempre di considerazioni tecniche molto preziose!

ARGOMENTO MONDIALE, sul tema vorrei fare qualche importante considerazione…… parliamo ad esempio delle iscrizioni per la partecipazione alla gara del mondiale: eravamo coscienti del fatto che, in alta stagione di funghi, il “raccoglitore incallito” difficilmente avrebbe abbandonato le sue terre di battaglia, i suoi posti segreti, per cimentarsi in luoghi a lui sconosciuti, per darsi in pasto ai fungaioli locali e “sprecare” cosi’ un weekend di gloria a casa propria! Stanno infatti rispondendo all’appello fungaioli forse “di primo pelo” ma armati di tanto entusiasmo da farci capire che avremo un grande mondiale, soprattutto per due motivi che mi fanno un grande piacere: a) in parecchi tra gli iscritti hanno tenuto a precisare che non sono grandi fungaioli……quasi a voler entrare in punta di piedi in un mondo di santoni…..quasi in soggezione per paura di non voler disturbare……..BENE, GODO COME UN RICCIO (ho chiesto un permesso dall’alto per questa affermazione non proprio da frate!)……….perche’ molto probabilmente sara’ proprio un fungaiolo NOVELLO a portare al collo l’ambita medaglia di CAMPIONE MONDIALE……….ma immaginate cosa puo’ voler dire un simile alloro in termini di brucio ed arlia? LUI, dal 6 di ottobre 2013, diverra” l’intoccabile…..colui al quale non potrai piu’ dire nulla del tipo…. ” taci tu che non li vedi!”….oppure….” sei capace solo di pestarli!”…..non piu’…perche’ LUI, dal 6 di ottobre, sara’ il CAMPIONE DEL MONDO 2013….e non ci saranno LEONI di qua o FUNGAIOLI DOC di la’…..sara’ lui e solo lui il NUMERO UNO! Quindi ragazzi, non abbiate timore, iscrivetevi per la medaglia e’ PESANTE!

EVENTI COLLATERALI ALLA GARA DEL MONDIALE: abbiamo parlato sempre della gara del mondiale, ma mai accennato a cio’ che le ruota intorno: nei giorni di sabato 5 e domenica 6 ottobre saranno vari gli eventi in Cerreto Laghi per i quali varra’ la pena di salire sul monte: innanzitutto la festa del sabato sera, poi la mostra micologica e la mostra fotografica, oltre alle bancarelle di prodotti tipici e ad un variopinto mercatino nel centro del paese; inoltre, oltre alle offerte di soggiorno studiate per l’occasione, i ristoratori della zona offriranno ciascuno un “menu’ mondiale” completamente dedicato ai funghi; allieteranno gli eventi suonatori e menestrelli per le strade! Quindi questo per dire che non occorre andar per boschi per gustare l’evento……sara’ gia’ divertente anche nel cuore del  paese…….senza scarponi ma in comode scarpette!

Andate in pace……..AD ISCRIVERVI AL MONDIALE!