#filtrarte : le mascherine arrivano dai nostri amati nonni

Ciao a tutti dal frate!
Come tutti sapete, sebbene mi piaccia tanto vagar per monti e selve in cerca dei nostri ❤🍄❤amati funghi, ogni tanto mi tocca di fare anche l’architetto, ed una delle poche doti positive che abbiamo…..è pensare alle cose più strampalate…..ne e’ la prova il Campionato Mondiale del Fungo! E così mi è venuta in mente un’altra “perla” che vorrei condividere con voi…..occhio pero’, la scriverò come fanno a Roma con i decreti:
DE EPISTULA VIRUS AD MINCHIAM 768 del 10 Marzo 2020:
Fra’ Ranaldo,
– viste le restrizioni domestiche fino al 3 aprile;
– visto che in tante famiglie sono fortunatamente presenti e coccolati nonni e nonne nonché bisnonni e bisnonne;
‐ vista la necessità di tenere tutti impegnati nelle mura domestiche;
‐ vista la comprovata bravura di nonne e bisnonne nell’arte dell’arrangiarsi con quello che si ha;
‐ vista la grande perizia di nonne e bisnonne nell’arte del rammendo e del cucito;
‐ vista la grande necessità di mascherine ad uso personale, per fare la spesa ecc., senza così intaccare le scorte che per necessità devono andare direttamente al personale sanitario;
‐ visto che in questi giorni tempo, buona volonta’ ed inventiva ai nonni non mancano:
‐ visto tutto ciò, il FRATE, con la presente EPISTULA
                                                             DECRETA
che sia venuta l’ora per dissotterrare la loro arte e, sotto l’alta sorveglianza di nonni e bisnonni (così coinvolgiamo anche loro che altrimenti fanno il mescolino) in ogni ambito famigliare venga sollecitata la fantasia per FARCI LE MASCHERINE DA SOLI, magari non efficacissime dal punto di vista sanitario, ma corroborante per il morale, e poi da usarsi quando non si ha altro!
Esempio: stoffa di cotone a fiori o fantasia, a foderare completamente filtro di cotone (io ho in mente altro ma non lo posso dire), dotata di elastici (tradizionali, o da calzini, o bianchi da cucire tipo mutanda) con personalizzazione aromatica con camomilla o menta all’interno per i più schizzinosi, dalla forma più anatomica possibile!
Proviamo a vedere cosa salta fuori, magari funzionano bene,  facciamo due risate e,  senza che ce ne rendiamo conto, volano via 3 o 4 ore senza guardare notiziari o Tg…..e poi magari ci salta fuori anche un signor brevetto 😂😂😂😂! Questo è quanto, confido nel vs. impegno  ma non costringetemi a trasformare questa EPISTULA da gialla a rossa!!!!!!!😂😂😂😂
Abbiamo gia’ una mascherina da podio, la cui ricetta e’ al vaglio della giuria, ma sembra veramente “potabile“! I riferimenti per tenerci in contatto saranno il presente blog (fino a quando mi permettono di venire in ufficio) oltre ad instagram ( #filtrarte ) e facebook –Campionato Mondiale del Fungo – da un’idea di Frà Ranaldo
PS: Anche il Mondiale all’inizio era considerato una vaccata!!!!🍄🍄🍄

BRIGANTI GREEN HEROES

Ciao a tutti, innanzitutto vorrei fare i miei piu’ sentiti complimenti ai “fratelli” Briganti che la settimana scorsa sono stati premiati da Alessandro Gassmann quali GREEN HEROES, titolo assegnato alle realta’ italiane impegnate con le loro attivita’ nel pensare al futuro del pianeta.

Il mio pensiero chiaramente, dopo un anno quale il 2019, torna al gran divertimento che i boschi ci hanno regalato, con la speranza che anche il 2020 (se non proprio cosi’….cosa che ritengo improbabile) ci riservi un’annata di raccolte quantomeno normale ed un pochino piu’ sudata, che alla fine elargisce meno funghi si’, ma piu’ soddisfazione!

Ed anche in memoria di quest’annata, con l’obbiettivo di ritrovarci al di fuori dei boschi e dei funghi per parlare anche di come possiamo migliorare il Mondiale, io ed Erika stiamo ipotizzando una rimpatriata tra i partecipanti del mondiale ed appassionati in genere, all’insegna della gastronomia, del divertimento e dell’allegria, dove poterci vedere di nuovo, parlare di funghi e non solo, ove discutere su cio’ che ha funzionato e cosa no nella edizione 2019, ma soprattutto per passare una domenica alternativa in compagnia, magari seduti coi piedi sotto il tavolo, in un periodo quale quello invernale ove nei weekend troviamo sicuramente piu’ spazio: e’ cosi’ nata l’idea di provare ad organizzare in febbraio, dopo aver digerito le abbuffate delle feste natalizie, una giornata al FICO EATALY WORLD di Bologna, ove si possa visitare con tutta la famiglia l’intero parco agroalimentare durante la giornata, magari accompagnati da una guida, prenotando inoltre per tempo un pranzo in uno dei tanti ristoranti presenti nel parco stesso.

Sarebbe quindi una occasione per una domenica alternativa, visitando una nuova struttura legata al nostro territorio; per fare cio’ e verificarne la realizzabilita’ io od Erika avremmo bisogno di essere contattati (via mail, sul blog o su fb) da chi fosse interessato…..vediamo un po’ come fare!

Intanto pero’, come ogni anno, ci tengo a augurarvi, fungaioli e non, un Sereno Natale a nome mio e dei ragazzi del Campionato Mondiale del Fungo!

FUNGAIOLI ALL’INGRASSO!

Eh sì perche’….fin quando c’era la speranza dell’ultimo fungo….allora su per crinali e giu’ per boschi, giornate intere senza nemmeno fermarsi per un pitstop perditempo (poteva costare un fungo o due rispetto al socio…..) o per la fetta di crostata della mamma del Delpo che, immancabilmente, lui cercava di sbolognare ai compagni….in questo caso proprio “compagni di merende“, nella speranza che la digestione appannasse loro un po’ la vista,  cum gaudium magnum  del proprio cesto!

Sudate clamorose per fisici allenati come mai, che ogni weekend macinavano miglia a destra ed a manca, su e giu’ per rive, e mai tanto quanto quest’anno memorabile: pioggia, vento caldo o freddo…..ma chi se ne fregava, era l’anno dei miracoli e non ci si poteva certo fermare a far delle ciance!

Provate a vedere in giro i filmati dei vari fenomeni di quest’anno e ve ne accorgerete: occhi sbarrati di fungaioli allucinati che grufolavano e ravanavano di qua e di la’…….voci ansimanti a partorire le piu’ svariate esclamazioni….che spettacolo!

E quando, sul far della sera…..se stacheva la tabachera….e cioe’ si abbassava l’interruttore generale…..una fase down inenarrabile, con crampi a tuttospiano senza nemmeno il coraggio della cena!

Io di solito dopo una giornata a funghi, quando e’ ora di andare a paglia, come chiudo gli occhi rivedo alla moviola i funghi trovati…e magari qualcuno in piu’…..fino ad addormentarmi…..quest’anno con l’aggiunta, anzi il tormento della voce del Delpo che mi torturava con la torta della mamma o la schiacciatina del Borgo….ma mi addormentavo comunque!

Questo fino a ieri, quando il cesto ed il bastone sono stati riposti in cantina sulla mensola della tristezza e gli scarponi ingrassati a dovere! Ecco: 10 minuti dopo arriva la prima telefonata e…….cominciano le cene tra fungaioli, e con queste…..il fungaiolo all’ingrasso invernale!

Cene ove si va vestiti in borghese ma col cellulare zeppo di immagini di funghi e filmati di imprese memorabili, che qualcuno propina anche se non proprie……tanto in queste occasioni bisogna sparar grosso…..farla fuori dal vaso….altrimenti non si e’ nessuno……ed i camerieri ti saltano la portata!

Ed allora vi confesso……. che e’ ora….da buon frate…..quel che ho combinato qualche anno fa quando, passando davanti ad un fruttivendolo/gioielliere del centro di Parma, il mio sguardo cadde su una cassettina di funghi porcini che, vista l’estetica, potevano tranquillamente essere scambiati per nostrani !

Li mi si chiuse la vena dello scherzo e….fatto un piccolo mutuo per l’acquisto di tre esemplari……mi catapultai il giorno dopo nei boschi dove, da qualche giorno tutti avevano mollato l’osso, vista la copiosa nevicata…..ma luogo ideale per lo scherzo maledetto del frate………non vi descrivo la fatica per piegare un grosso ramo……spenzolare da questo per riporre i funghi a terra……senza cosi’ lasciare impronte…….immortalare il tutto……..ed aspettare i boccaloni !

Visto il filmato….chiaramente il boccalone come prima cosa lo chimica tipo RIS……posizione del fungo, foglie mosse, segni sulla neve, parole pronunciate….e cosi’ via……col risultato che il sabato successivo almeno 7 o 8 boccaloni si aggiravano tra gli alberi alla notizia della buttata sotto la neve!

Ma torniamo alle cene……quest’anno sono gia’ partite alla grande e mai come quest’anno…….. tanto vicine al Natale, e mai cosi’ tanto ricche di foto e filmati! E cosi’ mai come quest’anno ci lasceremo scivolare in pappate per la fine della stagione fungina….e prendere direttamente la coincidenza con la vigilia da merluzzo, Natale da cappelletti e Santo Stefano da arrosti…..con bollicine finali di capodanno! E con noi scivolera’ via la forma fisica smagliante che, senza nemmeno rendercene conto, avevamo acquisito su e giu’ per i monti, senza pilates, pesi o panche…e per di piu’ “a macca“……….”agratis“……anzi con gran goduria e divertimento!

Ricomparira’ invece la panza, il fiatone e la bilancia assassina! Siamo un po’ in balia di una marea di grassi e colesterolo……dopo l’estate si abbassa di brutto…..ma purtroppo come inizia l’inverno ……ci troviamo tutti con l’acqua alta in Piazza San Marco!

Fate i bravi e state a dieta (se ci riuscite!)