CHE BELLISSIMO MONDIALE !

Ragazzi…..ma in quanti eravamo……PAZZESCO ! 760 partecipanti, 72 squadre tra cui le FUNGOTRECK GIRLS, prima squadra di sempre  completamente al femminile; 2 squadre dei ragazzi di GAST, 360 ragazzi di scuole elementari, medie e superiori sui sentieri del parco con le guide ambientali.

Amici da ogni parte d’Italia…..e non solo: Lituania, Svizzera, Stati uniti…..oltre a tanto tanto entusiasmo! Ed il sole….chi lo avrebbe mai immaginato dopo il sabato invernale: che giornata ! E dei funghi….ne vogliamo parlare? Meno male che non ce ne dovevano essere: alla faccia di chi dice che li piantiamo di notte….

Che dire……dopo tanti patemi e sacrifici, dopo tanto impegno da parte di tutti i ragazzi dei Briganti, del Parco, delle Guide e di tutti coloro che si sono prodigati nel far si’ che la manifestazione riuscisse al meglio….beh, fa piacere vedere come e’ andata, fa piacere ricevere i complimenti di chi ha partecipato COL GIUSTO SPIRITO, e ripeto ancora COL GIUSTO SPIRITO!

E’ vero, lo capisco anch’io che il pepe della manifestazione e’ la competizione, ma chi vi partecipa deve farlo soprattutto per trascorrere un weekend nei boschi d’appennino, lasciando a casa le polemiche sui presunti bari……noi cerchiamo ogni anno di sopperire all’eventualita’, ma oltre sinceramente non possiamo fare, ed allora preferiamo abbracciare chi viene ancora al Mondiale senza mai aver trovato un fungo, anche ad arrivare al Mondiale per andar solo per rifiuti !

E chi ancora la mena con fungaioli come locuste, chi la mena ancora sui boschi distrutti, saccheggiati ed imbrattati……..si andassero a vedere le foto delle 750 presunte ruspe nel bosco, che se hanno perso rumenta (ne abbiamo raccolti 180 KG….e non ce li hanno messi i ragazzi dello staff per la gara!!!!!!!!!!) o sci da fondo sbadatamente nel bosco…….beh, li venissero a ritirare che li abbiamo trovati noi ! E qui la chiudo !

Mi godo invece i volti dei tanti amici che hanno partecipato alla manifestazione, dalle tante concorrenti del gentil sesso, prime fra tutte le FUNGOTREK GIRLS da Monchio, la prima squadra nella storia del Campionato Mondiale “only girls“;

………e che dire dei ragazzi di GAST Onlus (Giochiamo Anche Se Triboliamo) e dei tanti ragazzi che si sono prodigati nella riuscita della manifestazione!

Una delle cose che mi fa piu’ impazzire sono le divise delle squadre: ne ho selezionate alcune, ma pensate che alcuni hanno la divisa da allenamento e da gara…….ed i nomi…..fantasia da vendere!

Ed i volti del mondiale………

Non dimentichiamo certo i premiati, dall’amico di Messina……

dalla campionessa 2017…….

….alla nuova campionessa 2018……con tanto di commozione paterna!

…un pensiero agli amici Lutuani, che quest’anno entrano nella TOP TEN…….

….fino alla consacrazione del LEONE per il fungo piu’ bello ed un grazie per aver interpretato e vissuto la manifestazione fin dal primo anno in nome della correttezza e del rispetto degli altri concorrenti.

 

Ed infine, ma senza dubbio uno dei gesti piu’ belli di questo Mondiale, un pensiero di stima e ringraziamento lo voglio dedicare ai ragazzi della COMPAGNIA DEL BOLETUS che sono passati da Cerreto Alpi con il loro furgone gigante ed hanno portato fiori per un saluto al nostro amico Davide! Grazie ragazzi !

Allora amici……intanto grazie personale ed a nome di tutta Cerreto, ma ci risentiremo presto per le WORLD CHAMPIONSHIP’S NEWS!!!!

Saluti dal frate

FINALMENTE….!

Evviva…..quest’anno la previsione l’ho azzeccata e finalmente un po’ ovunque ci sono nascite; magari funghi non sempre sani sani…….ma che bello vedere finalmente il bosco fiorire….e secondo il mio parere siamo solo all’inizio.

Chiaramente c’e’ anche chi ne trova alcuni, non il cestino…ma si sa’….bisogna pagar pegno ad esperienza e malizia!

E poi…….un’altra cosettina….un sassolino nella scarpa che ho da tempo: ho letto finalmente che un nostro amico lettore ha ringraziato Dario per le indicazioni da vedetta circa le nascite: allora….intanto il fatto mi fa chiaramente molto piacere….secondariamente vorrei chiarire che le nostre vedette ce la mettono sempre tutta a descrivere la situazione, ma non bisogna dimenticare che andar per funghi non e’ come entrare nell’orto dietro casa, dove sai che stanno maturando i pomodori nella fila centrale: andar per funghi e’ un’incognita continua, bastano 50 metri in altezza di differenza, od un versante o l’altro della stessa zona che la differenza diventa cestino vuoto/cestino pieno!

Chi non capisce questa differenza eviti di criticare le vedette sul fatto delle indicazioni e si dedichi alla briscola od agli scacchi e la smetta di andare per boschi: scrivere di funghi e dare indicazioni non e’ facile….provate ad immedesimarvi una volta sola in una vedetta, che lo fa per pura passione (e lasciatemi stare le solite chiacchiere del tipo….lo fanno per riempire i locali a pranzo.…che certe affermazioni proprio non le tollero!)!

E darle precise precise….se permettete, ma questo e’ un parere personale……non lo trovo assolutamente rispettoso per chi i boschi li frequenta e cura tutto l’anno, quindi ritengo che indicare la localita’ giusta sia piu’ che sufficiente, senza entrare nei dettagli…….se poi siete bravi ed esperti….i funghi li trovate senz’altro: se pretendete di piu’….beh……burraco o scacchi!

Tornando ai funghi, oggi non mi dilunghero’ oltre ma voglio farvi partecipi della mia prima uscita ufficiale, uscita con l’amico Gianfranco, con il quale ho condiviso gia’ varie uscite a vuoto, ma estremamente divertenti: andar per funghi non sarebbe cosi’ fantastico se non avesse questa grande incognita: giro a vuoto o no? Senza il pepe dell’imprevedibilita’ saremmo tutti in un grande orto sociale  ed i piu’….come me e Gianfranco……smetterebbero!

Questo per dire che andar in compagnia di un amico, in posti ancora intonsi e rispettati dagli umani, partendo all’alba con una banana e la borraccia (le sigarette non le posso nominare per la quiete famigliare!!!!), il rito del caffe’, le previsioni durante il viaggio, quegli immensi scenari di crinale, il vedere funghi camminando anche se non ci sono, il ricordare quanti funghi in quel cantone anni prima senza capire perche’ in quel momento nulla…..sono emozioni che tutti noi condividiamo….che ci fanno male facendoci bene, perche’ quando poi, dopo tanto, capiti giusto, allora sei ripagato dei tanti cappotti!

Ed e’ quello che questa volta e’ capitato a me…..e va bene……piu’ che a me e’ capitato al mio socio Gianfry……buona visione ed in bocca al lupo dal Frate!