Tenete duro!

E cosi’ anche gennaio l’abbiamo svangato, e non e’ poco, visto che forse mai, come quest’anno, non vediamo l’ora che arrivi la primavera, foriera del rifiorire della natura ma soprattutto, si spera, debellatrice di questo virus che da ormai piu’ di un anno condiziona pesantemente le nostra vita.

E se nei mesi abbiamo imparato a conviverci, imbavagliati nelle mascherine, senza la possibilita’ di abbracci e saluti “mediterranei”, e’ potente in tutti noi la voglia di tornare alla normalita’, tornare a frequentarci all’italiana, senza piu’ vincoli, decreti, confini o colori.

Dobbiamo tutti pero’ avere a mente che tutto cio’ potra’ avvenire solamente con comportamenti consapevoli e responsabili, rispettosi verso il prossimo ma soprattutto verso la nostra storia, tradizione e memoria che sono i nostri anziani.

E siccome nel nostro zaino, fedele compagno di ventura quando, immersi in cerri, castagni e faggi, ci scordiamo del tempo tanto siamo intenti ad arare le foglie con lo sguardo per scorgere il minimo indizio che ci porti al miraggio dei nostri beniamini, nel nostro zaino, oltre a borraccia, cerata, coltellino e panino con mortadella…..ci deve essere tanto spazio per riporre resilienza!

Io con i Briganti di resilienza ne abbiamo da vendere, memori di quanto ci siamo divertiti con voi gli anni passati: il 2020 ci ha impedito di ritrovarci tutti insieme, ci siamo costretti ad inventare un mondiale a distanza, ma che ci permettesse al tempo stesso di rimanere in contatto, anche solo attraverso filmati e foto.

Ed in questo modo amici lituani, romagnoli, padani e non solo si sono potuti cimentare a suon di spot in una competizione che non ha certo il sapore del Mondiale Doc, ma che ha permesso di tenere salde amicizie che cosi’ non andranno mai perdute: chi non avesse ancora visionato gli spot della disfida online li potra’ vedere sul facebook del frate o direttamente sul blog, per poi passare a decretare i vincitori di questa edizione web.

Cosa si fara’ quest’anno……ancora non lo sappiamo, appesi come siamo all’evolvere di questa situazione virale: la brace e’ dura a spegnersi sotto la cenere, e noi di brace e cenere ne abbiamo da vendere!

Tutti noi non vediamo l’ora che tutto finisca per poter tornare alla versione originale, ma se cosi’ non fosse o potesse essere…..qualcosa lo inventiamo di sicuro……..perche’ li’ sicuramente torneremo, parola di frate!

Se sotto la neve pane….forse anche funghi!

Ciao a Tutti, forse qualcuno si sara’ chiesto “ma il frate ha rimesso i voti”? Oppure e’ talmente impegnato a raccogliere funghi che non ci ha piu’ nemmeno in nota? Nulla di tutto cio’: e’ stato un anno complicato per tutti ed ho dovuto dedicare il mio tempo a diversi altri aspetti che, come a tutti, hanno reso la vita piu’ complicata! E cosi’ a rimetterci e’ stata anche la mia amata passione, con uscite praticamente al lumicino e sempre “rubate” alle altre impellenze senzaltro piu’ urgenti. Ho dovuto per forza rinunciare anche alle rimpatriate che, rispettando le norme, sono state organizzate da vari amici per passare qualche ora nei boschi, e me ne scuso, ma sono sicuro che a breve riprenderemo con ancor piu’ entuisiasmo tutti i nostri riti, usanze, tradizioni e battute alla ricerca dei nostri amati ed ambiti porcini.

Nonostante cio’ sono sempre stato aggiornato per tempo sulle gesta dei vari superfungaioli che si sono cimentati nei boschi, dapprima per una buttata di estivi da paura (la fungaia del frate ne ha sparati fuori 17 in un picchio, oltre ad 8  ovoli….), seguita da una nascita clamorosa di edulis che, come accade puntualmente ormai ogni anno, e’ stata clamorosamente “annegata” da una settimana di piogge torrenziali che hanno mandato tutto a ramengo. Ma anche questo fa parte del gioco!

Nonostante questo maledetto virus, siamo riusciti a mettere in piedi comunque il Mondiale, con 100 concorrenti che si sono cimentati a Km 0, attraverso l’uso di filmati da cellulare pubblicati sui social e qui votati da tutti, prima (e spero ultima) di Mondiale del fungo online e che tradotto significa “ognuno nei suoi boschi”…..e che ritradotto in simplichese vuol dire “senza incontrarsi, ridere e scherzare in compagnia per un intero weekend” e questo, devo dire, mi e’ mancato tantissimo in quanto e’ diventata una occasione unica per incontrare amici conosciuti negli anni proprio in quella specifica data!  Ma ci rifaremo, altroche’ se ci rifaremo, interessi compresi!

Voglio cogliere l’occasione per ringraziare tutti quanti hanno partecipato a questa “strana edizione“, soprattutto per l’entusiasmo mai domo, perche’ comprendo non sia stato semplice fare filmati, peraltro spettacolari, e trovare tempo e modo per pubblicarli; stiamo infatti redigendo la classifica finale ed a breve verranno pubblicati i vincitori ed i relativi filmati, mentre per i premi, essendo io ancora in zona arancione…….me li tengo tutti !!!!!!!!!!

Dai che arrivano…..naturalmente scherzavo!

Intanto pero’, sperando che smetta di piovere a dirotto e che tutto si tramuti in neve, voglio salutarvi tutti quanti, ripromettendomi di scrivere con piu’ frequenza, in modo da tenerci sentiti specie in un Natale, che sicuramente sara’ particolare! Quindi se volete sentiamoci anche qui!

Ah….dimenticavo…….AMICI DEL BOLETUS……fatemi avere delle copie di calendario 2021 (visto l’anno 2020 estremamente fortunato….se sono avanzate copie…..ustele per la stufa!!!!!) perche’ alcuni amici me le hanno gia’ chieste! Per chi non lo sapesse la raccolta dalla vendita dei calendari e’ valsa un aiuto pro covid di euro 6.000,00

Un abbraccio dal frate