E il Re dei formaggi è il protagonista di ogni piatto.

E da oggi portiamo in tavola e nel piatto il Parco Nazionale dell’Appennino tosco-emiliano. Un Parco che comprende quattro province limitrofe, con la loro tradizione e cultura gastronomica ben valorizzata da ricette che esprimono le contaminazioni del cibo e delle genti che vi abitano. Contaminazioni che arricchiscono la cucina e ci fanno approdare in angoli gastronomici sempre diversi. E cominciamo proponendovi due ricette a base di Parmigiano Reggiano, il Re dei formaggi, pilastro dell’economia agricola dell’appennino emiliano. Un formaggio che è stato raccontato, vissuto, assaporato nelle sue varie e possibili espressioni anche nella Fiera ad esso riferita svoltasi nei giorni scorsi a Casina. Un prodotto artigianale, frutto di esperienza e conoscenze, tecniche casearie e amore per il territorio dei contadini di queste terre, che esprimono in questo prodotto il suo valore.
Così di seguito vi riporto due ricette sviluppate nello show cooking svoltosi in questo contesto, anche in collaborazione con Gusto sapiens: una dello chef stellato Michelin Andrea Incerti Vezzani e un’altra dello chef Gabriele Grasselli. Per scoprire che il parmigiano reggiano permette a tutti di cucinare, con la sua versatilità di abbinamenti. Grazie ai suoi aromi variegati, e ai suoi sapori che si differenziano in base alla stagionatura è un formaggio che si sposa bene con tante preparazioni e tante materie prime, dagli antipasti e aperitivi, alla frutta fresca, noci e miele, alle verdure sia cotte che crude; e poi nei primi piatti in cui la cucina emiliana raggiunge le sue vette migliori fino alle zuppe e alle vellutate, sia grattugiato che in petali; o ancora su carpacci di carne, o nelle insalate.
E del formaggio si usa tutto, anche la crosta, che può essere aggiunta nella cottura di minestroni e creme di verdura, insieme alla “cotenna” del prosciutto che arricchisce il sapore del piatto.
Le ricette che vi propongo oggi, che vedono il Re dei formaggi interpretato in modo innovativo, sono : il “Riso al parmigiano reggiano “alla brace”, nocciole e liquirizia” dello chef Andrea Incerti Vezzani e la “Crema di parmigiano reggiano con pera al vino bianco” dello chef Gabriele Grasselli.

E un buon appetito a tutti!!!!

Monica Benassi, tecnico per la promozione dei prodotti regionali      Gusto sapiens

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *