HomeConosci l'Ente ParcoProgetti › › ›

Di Onda in Onda - Atelier delle Acque e delle Energie

www.diondainonda.com

Nel cuore dell'Appennino reggiano, nella Centrale Idroelettrica di Ligonchio, un luogo simbolo dell'intelligenza e operosità dell'uomo, il Parco ha realizzato, con la collaborazione di Enel e l'ideazione originale di Reggio Children, un centro di alta qualificazione per l'educazione all'ambiente e alla scienza; un luogo offerto a bambini e ragazzi per incuriosirsi, porsi domande, fare ipotesi e verificarle.

Non un museo della natura - per quanto la natura sia il contesto generale, tangibile e percepibile dei luoghi dell'Atelier - ma un laboratorio di esperienze in relazione e a contatto con la natura, in cui la specificità di crinale del Parco, delle specie animali e vegetali autoctone, possono essere raccontate nella loro unicità e anche nel loro valore, rendendo evidente il disegno della natura che tutto connette e collega: energia di energie, sistema ove ogni elemento è interconnesso all'altro.

Con una scelta non consueta, ma fortemente emblematica, l'Atelier vive e opera non in una sede dismessa della produzione attraverso l'acqua, ma in una 'fabbrica' pienamente funzionante, in cui l'acqua continua ad essere usata a fini industriali e l'energia quotidianamente prodotta per essere immessa in rete e utilizzata.
Alla base del progetto un'idea che è invece consueta nelle linee progettuali del Parco: quella della messa in valore, in chiave moderna e dunque per nulla nostalgica o folcloristica, di ogni espressione di qualità del territorio. In questo caso poi si è generata l'unione, e la valorizzazione reciproca, di due eccellenze del tutto particolari: quella tecnologico/produttiva di una delle principali aziende del Paese e quella culturale/educativa dei nidi e delle scuole dell'infanzia di Reggio Emilia. Una ricchezza, questa, sviluppatasi dall'approccio di Loris Malaguzzi, per cui l'atelier è un luogo dove la progettazione si associa all'esplorazione e alla sperimentazione, la creatività al pensare e agire insieme, e in cui l'apprendimento coniuga teoria e concretezza, immaginazione ed espressività con cognitività e razionalità.

L'acqua è trasformazione e produce, nel suo movimento, energia. Ma l'acqua è altresì trasformazione di stato e risultato di un suo macrociclo complesso, di tempi lunghi e di distanze non visibili. Le prese, le stazioni, la centrale, il bacino sono luoghi di osservazione e comprensione dell'acqua come elemento portatore di vita (e di energia), rispetto agli ecosistemi specifici del Parco. Il contesto degli atelier contribuisce a fare capire, della produzione di energia, le forme applicative e la traduzione nella quotidianità del consumo, anche nella direzione di una educazione energetica e relativa alla sostenibilità.
Anche grazie a questa iniziativa il Parco si afferma come soggetto educante e innesta questa funzione in quella più generale e unitaria di fattore di ricerca e sviluppo, al servizio di tutte le componenti di una realtà territoriale complessa; un fattore di innovazione particolarmente rivolto alla preparazione, all'arricchimento e all'utilizzazione delle risorse umane.

L'Atelier di Onda in Onda, promosso dal Parco Nazionale dell'Appennino tosco-emiliano in collaborazione con il Comune di Ligonchio, Enel e con Reggio Children, è stato inaugurato nel luglio 2010, alla presenza di pedagogisti provenienti da ogni parte del mondo, e ha registrato ad oggi oltre 21.000 visite. Offrendosi come luogo dove poter sperimentare fenomeni fisici ed espressivi legati all'acqua e all'elettromagnetismo, si rivolge ai bambini dei nidi e delle scuole d'infanzia, alle scuole di ogni ordine e grado, agli insegnanti, alle famiglie, ai gruppi e alle delegazioni di studio internazionali.
Consulta il sito dell'Atelier www.diondainonda.com

L'Atelier, inoltre, nel 2012 è stato accreditato dalla Regione Emilia Romagna alla rete INFEAS come Centro di Educazione alla Sostenibilità (CEAS) con Delibera n° 692/12
Consulta il sito della regione Emilia Romagna

Proposte didattiche e visite guidate per scuole, gruppi e adulti


Galleria fotografica dell'Atelier

Nessun risultato trovato. Modifica i criteri di ricerca e riprova.
Condividi su
 
© 2018 - Ente Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano
Via Comunale, 23 54010 Sassalbo di Fivizzano (MS) Tel. 0585-947200 - Contatti
C.F./P.IVA 02018520359
Codice univoco per la fatturazione elettronica: UF6SX1
Albo Pretorio - Amministrazione trasparente - URP - Privacy
Un parco tra Europa e Mediterraneo

L'Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell'Emilia, respira le arie dell'Europa e quelle del Mediterraneo.
Il Crinale corre sul filo dei 2000 metri.
È un sentiero, sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive.
Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.
Oggi sempre di più sono turisti ed escursionisti, con gli scarponi, con i bastoni, con le ciaspole o i ramponi, con gli sci e con le biciclette. Ognuno può scegliere il modo di esplorare questo mondo, da sempre abitato e vissuto a stretto contatto con la natura e le stagioni che dettano ogni giorno un'agenda diversa.

Facebook
Twitter
Youtube
Flickr